Il Flauto

L’indirizzo Musicale, una grande opportunità

Il Flauto Traverso (c l i c c a  e  a s c o l t a)

ALLA SCOPERTA DEL FLAUTO TRAVERSO

Il flauto è uno tra i più antichi strumenti musicali e nel corso del tempo ha subito trasformazioni significative attraverso una profonda evoluzione di materiali e forme fino a diventare lo strumento attuale. L’evoluzione del flauto ebbe inizio verso la seconda metà del XVII secolo; si cominciò a suonarlo tenendolo nella posizione attuale, da sinistra verso destra, più facile per il suonatore e lo si arricchì di fori. Il flauto traverso è uno strumento a fiato costruito abitualmente in metallo nel quale il flusso d’aria è indirizzato dall’esecutore in un foro generando delle vibrazioni che si trasmettono alla colonna d’aria contenuta nel tubo, producendo un suono di altezza determinata. Lungo il tubo possono essere aperti o chiusi i fori, anche grazie all’aiuto di chiavi, in modo da produrre note di diversa altezza. I flauti traversi moderni sono strumenti in metallo e si suddividono nelle tre parti di “testata”, “corpo centrale” e “trombino”. Il flauto possiede un suono leggero e rotondo ma anche corposo e robusto. Viene utilizzato in diversi generi musicali, dalla musica classica alla musica leggera. E’ presente come protagonista nelle orchestre liriche e sinfoniche, nei complessi di fiati, nelle bande musicali nel jazz e anche nel rock, non ci credi? Ascolta

Il Flauto Theobald Boehm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.